Cani nelle vie di Medina, cani nel deserto, cani a guardia di malintenzionati o in corsa nella caccia, bardati di ricchezze inestimabili.

Cani nelle vie di Medina, cani nel deserto, cani a guardia di malintenzionati o in corsa nella caccia, bardati di ricchezze inestimabili. Nel variegato mondo della cultura islamica classica, sufi, commercianti, asceti, adulteri, principi e beduini svolgono le loro attività quotidiane apprezzando le virtù di questo animale, ma consapevoli dell’ostracismo decretato nei suoi confronti agli albori dell’Islam. Cani e uomini si avvicendano così in un immaginario letterario e mistico, in cui il cane diventa compagno di asceti a un passo dalla realizzazione, e la metafora del suo mancato conseguimento.


Titolo:
Autore:
Editore:
Prezzo:
Sintesi
Acquista:IBS.it
Anno:

Consigliato per l'esame di: