Compagni di Zampa ASD

Compagni di Zampa è un'associazione che nasce dalla passione per gli animali di 3 amiche che si sono formate come educatori cinofili seguendo l'approccio cognitivo-zooantropologico.

l nostro obiettivo è quello di migliorare la qualità della vita dei cani e dei loro proprietari, sviluppando la relazione tra cane ed umano ed aumentando le competenze di entrambi.

Compagni di Zampa asd è un’associazione che nasce nel 2013 e che opera a Brescia e provincia seguendo un'approccio cognitivo-zooantropologico.
Riunisce un gruppo di Operatori, Educatori e Istruttori Cinofili diplomati nelle migliori scuole cinofile a livello nazionale attraverso un percorso che richiede almeno tre anni di studio teorico e pratico prima di potersi diplomare come Istruttori. I nostri diplomi sono riconosciuto dalla Federazione Italiana Cinofilia Sport e Soccorso che è uno degli enti di cinofilia più importanti in Italia. Essere riconosciuti da un ente prestigioso come FICSS, significa che il nostro operato è regolato da un codice etico e deontologico che tutela il benessere psicofisico del cane e garantisce l’impostazione di una corretta relazione uomo-cane.
L’approccio che utilizziamo nei nostri corsi esclude tassativamente ogni forma e/o strumento di coercizione e/o inibizione.
Per noi è importante aiutare le persone a entrare in relazione con il loro cane in maniera rispettosa. Alle famiglie vengono proposte attività sportive e percorsi di educazione che permettono di conoscere chi è il cane: le sue caratteristiche di specie e di razza, le sue vocazioni e motivazioni e i suoi bisogni. Entrare nel mondo del cane significa conoscere come pensa, imparare a comprenderlo e a comunicare con lui, essere consapevoli che è capace di emozioni.
L’approccio che utilizziamo mira a sviluppare e ad accrescere le capacità cognitive, motorie e sociali del cane e a favorire tutte quelle attività che creano relazione e accreditamento. Si instaura dunque una relazione profonda e intima all’interno della quale il cane diventa un elemento della famiglia che arricchisce le nostre vite e ci permette di affinare le nostre capacità in una crescita che diventa comune e reciproca.
All’interno della relazione, il cane non viene usato come uno strumento adatto a soddisfare le nostre necessità (guardia, caccia…) o banalizzato secondo, per esempio, una visione pietista e antropomorfica, ma viene riconosciuto come entità singola, autonoma e autoefficace.
Facendo fare esperienze al cane, dandogli competenze e creando una relazione basata sul rispetto, sulla libertà e sulla fiducia reciproca si crea un rapporto che sarà per sempre e attraverso il quale il cane sarà facilitato ad integrarsi in maniera funzionale all’interno dell’ambito famigliare, sociale ed urbano.